La tecnica di Tokio Hirano

Il signor Hirano è nato nell’Agosto 1922 ad Awaji, in provincia di Kobe. Raccontano che abbia cominciato il judo a 12 anni. Divenne allievo di Fukushima-sensei a Kyoto. E quest’ultimo l’indirizzò all’università Takushoku a Tokyo, dove studiò con Ushijima-sensei. Considerando questi particolari possiamo dire che ha avuto una formazione ‘butokukai’.
Giunse in Europa nel ’52, forse a Colonia. Stabilitosi ad Anversa, viaggiò in Francia, Germania, Belgio, Svizzera, Austria, Italia… insegnando judo in corsi e stages, come quello di questo film, che è stato girato al castello di Well. Tornò in Giappone nel ’66 riguadagnando l’università Takushoku, dove insegnava judo, facendo periodiche traferte in Europa. Voleva aprire un dojo in Francia, ma non ha portato a termine il progetto. E’ morto nel 1993.

(C.B.)

Monsieur Hirano est né en aout 1922 à Awaji (province de Kobe). certain disent qu’il a débuté je judo vers 12 ans.  Il a ensuite été élève de Fukushima sensei à Kioto. Ce dernier l’a orienté vers l’université Takushoku à Tokio ou il a été  élève de Ushijima sensei. selon le regard sur son enseignement on peu dire qu’il a eu une formation Butokukai.

Il arrive en Europe en 1952 à Cologne selon certains renseignements.  Il s’installera par la suite à Anvers et il parcourra la France, l’Allemagne, la Belgique, la Suisse, l’Autriche, l’Italie, etc… ou il donna des cours et des démonstrations (exemple du film au Château de Well). il repart au Japon en 1966. il réintègre l’université Takushoku, ou il enseigne le judo il fera régulièrement des visites en Europe, ou il donnera des cours. il avait eu projet de Dojo en France qu’il n’a pas pu amener à termes car il est décédé en 1993.

(Serge Angeles)

“Ero un ragazzo, quando mi pervenne il ritaglio di un giornale tedesco che parlava di un campione di judo contro 20. Ma passarono sei mesi e il giornale d’oltr’Alpe pubblicava la notizia di un giapponese contro cento…

Seppi dopo che non aveva trovato 100 avversari, ma solo (credo) 73. Questo era il judo meraviglioso che ci affascinava. Il volto fanciullesco e stupito di Tokio Hirano fa parte dell’immaginario che inseguivamo… (C. Barioli)”.

Omaggio a Opa Schutte, “nonno” Schutte allo stage d’estate di Tokio Hirano

L’uomo alto con i capelli bianchi è ‘nonno Schutte’, uno dei padri del judo tradizionale europeo (con Leggett e Jasarin)”

Riscaldamento secondo Tokio Hirano

“Rompere il tempo e lo spazio” la tecnica di Tokio Hirano

Te-waza

Koshi-waza

Ashi-Waza

Sutemi, makikomi e hikkomi-waza

Kata di Tokio Hirano

Randori-no-kata

Nuovi kata:

Nanatsu-no-kata – Hirano-no-kata

Difesa personale e conclusione

This entry was posted in judo, video. Bookmark the permalink. Both comments and trackbacks are currently closed.